Lana di Pecora Nera Norvegese – midsummer-milano

Lana di Pecora Nera Norvegese

Non tutte le lane sono create in modo uguale 

Le pecore norvegesi pascolano in montagna tutta l'estate. Il clima fresco offre cattive condizioni di vita per i batteri, il che significa che la lana non deve essere trattata con prodotti chimici forti. La lana norvegese è certificata dall'etichetta ecologica nordica ufficiale del Swan.

In Norvegia ci sono 10 stazioni di raccolta, dove i contadini possono consegnare la lana delle loro pecore. In questo modo ogni anno vengono raccolte direttamente dai produttori circa 4000 tonnellate di lana. La Pecora Bianca Norvegese, nota principalmente per la sua carne, rappresenta circa il 70% del numero totale di pecore. Mentre la lana bianca incrociata è più uniforme e quindi più ragionevole da lavorare, la lana delle nostre vecchie razze può essere più lunga, più forte e più morbida. Poiché la lana viene ordinata e classificata, normalmente non viene fatta alcuna distinzione tra le diverse razze e tutte le lane pigmentate vengono messe in un unico lotto. Per garantire la tracciabilità e la qualità desiderata, ci procuriamo e acquistiamo lana grezza che è stata accuratamente selezionata e classificata in base alla razza, alla qualità e alla tonalità del colore. La nostra strategia di approvvigionamento si occupa di tutti gli aspetti, dalla selezione delle fibre di lana alla logistica e alle capacità di lavorazione.

Antiche razze ovine norvegesi

Le vecchie pecore norvegesi si adattano perfettamente al clima norvegese e ai dintorni. Prosperano su risorse scarse, hanno un grande istinto pastorale e sono raramente catturate dai predatori. Mentre la moderna "pecora bianca norvegese" è tenuta principalmente per la sua carne e le sue dimensioni maggiori, la qualità della lana era il principale obiettivo per le razze tradizionali. 

Finissima fibra di lana norvegese

La pecora grigia Trønder Sheep è nota per avere la fibra di lana più fine di tutte le razze ovine norvegesi. Ogni vello è composto da numerose tonalità di grigio, il che rende la selezione della lana un compito impegnativo. A sua volta fornisce anche il più bel filato di lana naturale. 

La razza risale all'epoca di Middel, poiché la pecora tradizionale locale veniva incrociata con la pecora Merino portata nella zona di Trondheim dai monaci del monastero di Tautra. Il risultato fu una pecora con lana morbida in diverse tonalità di grigio. Mentre nel dopoguerra la lana pigmentata era ricercata, nel dopoguerra perse poi terreno a favore di una lana bianca dal carattere più uniforme. Nei primi anni '90 la Grey Trønder Sheep era vicina all'estinzione, ed è ancora considerata una razza in via di estinzione. La popolarità è tuttavia in aumento con un allevamento attuale di circa 600-800 pecore. 

Pigmented Grey Trønder Sheep wool is a product of nature. A sheep shearing will never give the exact same result as the previous, or the next.

Why wool?

Wool is a renewable and sustainable resource. It is a natural textile fiber with many advantages. It insulates, regulates temperature and provides warmth even when wet. It's antibacterial and odor neutralizing. Used for home decor and upholstry it is delicate and durable, and repels water and dirt. The wool fibre is naturally flame retardant without the use of chemicals and a safe choice for residential and commercial interiors.  

One of the most spectacular animals on the Western coast of Norway, also present on the island of Froya, is the old Norwegian breed of sheep which are called "gammel norsk spælsau" or in English translated to: Old Norwegian Sheep, (ovis brachyura borealis). This breed represents one of the most primitive kinds of domestic sheep still present in Europe.